RIVOLUZIONE (pensare è rivoluzionario) : Con Sarkozy la “moda” italiana ha perso.

Sposando Carla Bruni si era legato ad uno stile puramente italiano, ciò che oggi è un marchio di triste malaffare. La parola moda nelle scienze statistiche assieme a media e mediana viene considerata come un INDICE ovvero è uno studio con il fine di procacciare dei guadagni.  Non è il teatro,  la Chiesa o la Massoneria che insegnano o cercano per lo meno di aiutare uno sviluppo onesto dell’uomo, la moda era puro profitto senz’ anima. Vi ricordate quelle operazioni come il G7 di Napoli? Era solo una maschera sulla città di Napoli per apparire credibili..davanti alle potenze straniere …. Fare della moda il nostro vessillo è stato un Boomerang che ora paghiamo ovunque. Ricordo ancora i grandi proclami quando la divisa della Polizia venne fatta da Giorgio Armani (noto eroe assieme a Gucci Moschino e Valentino nell’aiutare i bisognosi, un altruista  dedito a dar da mangiare la domenica ai poveri nei di di festa)Questo modo di governare purtroppo è figlio ancora di questo mondo, la gente vuole concretezza, vuole la RIVOLUZIONE. L’ Italia del dopo guerra aveva come esempio chi si rifaceva le narici d’oro perché il freddo della neve di Cortina gliele aveva bruciate, chi come Craxi che pur avendo rubato (a sua difesa incolpava anche gli altri “dicesi infame nel suo ambiente “) passava per un povero santo al confino in Tunisia, venendo sempre di nascosto ma lui povero voleva l’ufficialità. In ultimo terribile e scioccante  Berlusconi che stringeva le  mani a Ghedaffi sapendo della Sua fine imminente.  Lo Stato e chi ne fa parte deve fare chiarezza e capire da che parte stare , le uniche sfilate ammesse sono quelle che insegnano uno stile vero e non virtuale. Le parate militari hanno un senso quelle del vestire ci ricordano troppo Carla Bruni ovvero l’inconsistente il virtuale ciò che non serve, l’orpello ….Oggi vogliamo qualcosa di diverso qualcosa di concreto: Vogliamo: ONESTA’  E’ GIUSTIZIA 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.